de  |  fr  |  it
 Login   |   Ricerca

Ricerca...





La siccità del 2015 fa salire il consumo idrico

(14.12.16) Nel 2015 si è interrotto il trend discendente dell'erogazione di acqua potabile iniziato negli anni ottanta. È quanto emerge dalla statistica sull'acqua che la Società svizzera SSIGA ha pubblicato questo mese. L'aumento dei consumi, in crescita del 3,5% rispetto al 2014, sarebbe dovuto alla profonda siccità che si è registrata nel secondo semestre 2015, scenario al quale assisteremo sempre più spesso, considerato il cambiamento climatico in corso.

Nel 2015 le aziende dell'acqua potabile della Svizzera e del Liechtenstein hanno erogato 933 milioni di m3 di acqua, 32 milioni di m3 in più rispetto al 2014. L'incremento corrisponde all'incirca al doppio del volume del lago di Davos. Il consumo medio pro capite si è attestato a 307 litri al giorno, in crescita del 2,3% rispetto al 2014. Un aumento altrettanto marcato ha segnato l'erogazione giornaliera massima di 512 litri per abitante, contro 438 litri del 2014. Date le condizioni atmosferiche secche, nel 2015 la percentuale di acqua sorgiva è calata rispetto alla media degli ultimi dieci anni attestandosi al 38,3%, compensata dal maggior utilizzo di acque di falda (42,4%) e di acque lacustri (19,3%). Secondo l'Associazione svizzera il maggior consumo d'acqua rispetto al 2014 non è un'inversione di tendenza, ma il risultato della grave siccità che ha caratterizzato il 2015. Negli ultimi 25 anni il consumo di acqua potabile in Svizzera è diminuito di un buon 20%.

Trattamento dell'acqua
Nel 2015 il 30% dell'acqua potabile distribuita ai consumatori non ha subito alcun tipo di trattamento e un altro 30% è stato sottoposto solo a una fase di disinfezione UV. Grazie al principio precauzionale e alle misure adottate per la protezione delle acque sotterranee, gran parte dell'acqua potabile in Svizzera non viene sottoposta a trattamenti particolari o viene solo disinfettata in via preventiva. Tutto ciò sarà ancora più importante in futuro. Il 10% dell'acqua erogata è stato sottoposto a una filtrazione monostadio (con successiva disinfezione), mentre il restante 30%, comprese tutte le acque ottenute da laghi e fiumi, ha attraversato un trattamento pluristadio.

In crescita anche il prezzo dell'acqua, i costi di gestione e gli investimenti
Il prezzo medio dell'acqua (mediana) formato dalla tariffa fissa e dalla quota che varia in base al consumo è aumentato leggermente rispetto all'anno precedente. Se si considera un consumo annuo di 120 m3 per famiglia, i proprietari di case unifamiliari pagano in media CHF 2,58 ogni 1000 litri, le famiglie che vivono in case plurifamiliari pagano CHF 1,94. Il prezzo più alto è dovuto anche ai maggiori costi di gestione e del capitale che nel 2015 sono stati pari a 1615 milioni di franchi, ovvero il 4% in più rispetto all'anno precedente. Con 922 milioni di franchi (107 franchi per abitante) le aziende dell'acqua potabile hanno investito nel 2015 il 5% circa in più rispetto al 2014.

In rete e con più energia
L'84% delle aziende dell'acqua potabile disponeva nel 2015 di almeno una possibilità di acquistare l'acqua potabile da fonti esterne. Gli ottimi collegamenti in rete migliorano la sicurezza di approvvigionamento, particolarmente importante se si tiene conto dei periodi di siccità che dovremo attendere in futuro a causa del cambiamento climatico. Gli impianti dell'acqua potabile vengono sempre più utilizzati anche per la produzione di energia elettrica. Nel 2015 le aziende idriche svizzere hanno generato 170 GWh di energia elettrica, di cui il 92% mediante turbinazione dell'acqua potabile. Nel 2015 il settore ha quindi coperto il 40% circa del proprio fabbisogno energetico mediante produzione propria.
Ai sondaggi relativi al 2015 hanno preso parte 648 aziende dell'acqua, corrispondenti a quasi il 70% della popolazione della Svizzera e del Liechtenstein rifornita da aziende pubbliche.

SSIGA
La Società svizzera dell'Industria del Gas e dell'Acqua SSIGA è l'organizzazione nazionale di settore per le aziende di approvvigionamento del gas e dell'acqua, con oltre 1100 membri. Nei suoi uffici di Losanna, Bellinzona, Schwerzenbach e Zurigo operano circa 50 collaboratori. La SSIGA redige direttive, propone corsi di formazione professionale e consulenza specialistica, agisce nel campo della certificazione di prodotti, aziende e persone e svolge compiti di sorveglianza agevolando il lavoro delle autorità statali. Queste attività della SSIGA contribuiscono in maniera determinante al mantenimento dell'approvvigionamento sostenibile del gas naturale e dell'acqua potabile.

Grafici:

Evoluzione dell'erogazione dell'acqua potabile 1970 - 2015
Captazione dell'acqua in Svizzera 1945 - 2015
Evoluzione del consumo di acqua potabile 1945 - 2015
Valore di sostituzione
Costi di esercizio e del capital

I media possono richiedere per via elettronica l'opuscolo gratuito Statistica dell'acqua.

Per domande e approfondimenti rivolgersi a:

Società Svizzera dell'Industria del Gas e delle Acque (SSIGA)
Raffaele Domeniconi
Succursale SSIGA Svizzera italiana

Piazza indipendenza 7
6500 Bellinzona

Tel.: 091 821 88 23, e-Mail r.domeniconi[at]ssiga.ch

© SVGW/SSIGE 2011
SVGW/SSIGE
Il carrello è vuoto

Info